SEGUI La Zampata di Marco Giannini

martedì 3 gennaio 2023

Ippocrateorg fonda la Scuola di De-specializzazione perché la storia non abbia a ripetersi...

...la storia del "non ti curar (del Covid) ma guarda se ti passa".

Se gli italiani avessero una concreta panoramica sulla Sanità, in rapporto al Covid-19, avrebbero quattro considerazioni da elargire:

1) La scienza non è libera e spesso, essa, non è neanche scienza perché risponde a interessi di grossi colossi finanziari e non ad evidenze empiriche quando propone soluzioni ai cittadini/pazienti. Il medico poi ormai è un burocrate, uno che prescrive fiducioso (nel senso di "cieco") anche di fronte a tecniche di frontiera forse vagamente (eu)genetiche col supporto dei media. Una funzione simile a quella di un androide...in futuro vuoi vedere che...

2) I medici italiani applicano protocolli in modo mnemonico, forse si sono formati in modo mnemonico e di fronte a situazioni inedite non sono capaci di comprendere i fenomeni, non uniscono i puntini. Sono praticamente iperspecializzati ma allo stesso tempo analfabeti funzionali. 

3) L'Ordine dei Medici è una associazione privata riconosciuta dallo Stato che opera sulla salute pubblica, ciò comporta che un medico di base che non commette nessun reato (ma che magari non è d'accordo, in scienza coscienza, con certe direttive), possa essere giudicato e sospeso da un gruppo di colleghi solo per aver espresso perplessità: sospensione che gli vieta l'"accesso" ai mutuati. Una sorta di "riduzione allo stato laicale" per medici.

4) Per la prima volta nella storia, di fronte a una malattia pericolosa se non curata immediatamente, i medici al paziente e per oltre 2 anni hanno raccontato che la soluzione più indicata fosse attendere di vedere se egli guarisse da solo (o se finiva intubato), che doveva evitare i FANS (Brufen, Nimesulide ecc) perché roba da complottisti, che doveva prendere 3,4 volte al dì un farmaco che riduceva il principale antiossidante naturale (mi riferisco a Paracetamolo e Glutatione rispettivamente) ecc ecc ecc. 

Ippocrateorg, l'associazione di medici e (volontari) fondata da Mauro Rango che ha curato oltre 70 mila casi (consultare qua) nonostante ostacoli e diffamazioni, di fronte a tutto ciò non ha proposto la privatizzazione del Sistema Sanitario Nazionale ma ha cercato di ricavare del buono da tutto questo, secondo 3 assi:

1) La formazione culturale di referenti territoriali, figure che mettano in comunicazione il paziente con le strutture di cura.

2) La ramificazione di propri ambulatori, definendo un tetto di spesa per tipologia di prestazione ed avvalendosi della strategia "Medical Community": se il dottore non sa risolvere il caso, lo espone all'interno della "Comunità Medica" dove decine e decine di specialisti di altissimo profilo (che operano in quel settore mirato), studiano il fascicolo, si confrontano ed entro 5 giorni contattano il paziente restituendogli la risposta, senza costi aggiuntivi. La Medicina infatti non può essere business ma profonda comprensione.

3) La fondazione della Scuola di Ippocrate che rilascerà Master biennali di "de-specializzazione" riservati ai laureati nei settori di cura (medici, chirurghi, psicologi, fisioterapisti, naturopati ecc).

"Nel programma del primo master della Scuola di Ippocrate, iniziato il 23 novembre 2022, sono infatti incluse lezioni di biofisica, biochimica, fisica quantistica, etica e filosofia, epistemologia, ecologia e psiconeuroendocrinoimmunologia, con una particolare attenzione al lavoro sul sé, che deve precedere il confronto con il paziente e la sua successiva gestioneA presiedere le lezioni saranno presenti eccellenze del mondo accademico internazionale come il prof. Erik Baars, medico epidemiologo e ricercatore sanitario presso il Louis Bolk Institute olandese, la Prof.ssa Nadia El-Hage Scialabbe, ecologa, ex dirigente della FAO e ideatrice del concetto di sostenibilità nel mondo agricolo, il Prof. Giovanni Maio, Head of Institute presso la Faculty of Medicine di Friburgo e molti altri docenti e intellettuali che lavoreranno in sinergia, unendo le competenze, per formare la nuova figura di terapeuta. Il nuovo terapeuta sarà così in grado di scegliere i percorsi terapeutici assieme a chi chiede aiuto in maniera libera; riconoscere e rispettare le emozioni, i sentimenti, i valori e la coscienza di ogni essere umano; saprà riconoscere il rapporto tra psiche, corpo, mente e cervello; potrà scegliere anche fra le medicine complementari attraverso un criterio scientifico; non sarà condizionato, per quanto possibile, da interessi economici ed ideologici; saprà affrontare le recenti acquisizioni di fisica e medicina quantistica in biologia e medicina; sarà aperto al confronto con i suoi colleghi nell’ottica di avere una visione sempre più globale e complessa della realtà e del benessere del proprio paziente.(Fonte https://scuoladippocrate.life/medicina-di-scopo/).

"Despecializzare" equivale quindi a completare la figura del medico, a integrarne la pregressa conoscenza magistrale! Il corpo umano prima di ammalarsi attraversa fasi (aspetto temporale) in cui va fuori equilibrio e per un medico la conoscenza globale del dialogo tra i diversi organi può portare a un salto di qualità nel benessere dei pazienti. 

L’approccio PNEI ad esempio (psiconeuroendocrinoimmunologia), è uno dei saperi da apprendere nella Scuola e descrive scientificamente quel percorso che inizia a livello psichico ed emozionale, attraversa e modifica l'azione di neurotrasmettitori ed ormoni, e che termina incidendo sul sistema immunitario. Prolungati scompensi ormonali portano a scompensi immunologici e, nel tempo, ad insorgere di patologie gravi.

Unire i punti sempre quindi...anche il nostro corpo lo fa!

Concludo proponendo alcune considerazioni che vogliono stimolare chi si occupa di cura a despecializzarsi, affinché la storia (sanitaria) non abbia a ripetersi in farsa. Di nuovo...

Da insegnante di biologia "de provincia" io i punti li ho saputi unire pur non essendo medico e il mio blog lo testimonia (e non solo "lui"...). Come quando affermavo che la "Teoria (e pratica) dei "contagi zero" avrebbe tenuto i cinesi più a lungo nel problema e che anche l'Italia, senza le aperture, avrebbe spalmato in anni e anni il Sars-cov2. O che il binomio mascherine e vaccini (non efficaci al 100%) non poteva far altro che rendere il virus più contagioso attraverso una pressione selettiva artificiale, generando la "variante minorenni".

Molto lo avevo intuito e scritto già a febbraio/marzo 2020 (a febbraio il virus non era ancora dilagato ma l'incremento degli infarti sotto i 45 anni, a causa delle mascherine, lo avevo previsto).

Ho avuto docenti universitari che descrivevano questi processi ma quando si è trattato di vederli in azione tutti hanno taciuto.

Io per inciso ci ho rimesso un atrio sinistro ingrossato, una tiroide sfasata, con segni di riparazione, asma (ingrossamento membrane alveoli e capillari annessi), ci ho "guadagnato" palpitazioni continue, una sospensione (anziché un risarcimento), diverse forme di persecuzione

Il tutto probabilmente per una miocardite mediata dalla Spike.

Sul sito della Scuola di Ippocrate si legge "Riappropriarsi della nostra esistenza e del nostro pianeta, entrambi sotto attacco a favore del profitto di pochi, è un compito di tutti e, in primis, del medico e dello scienziato".

Io credo di aver dato fondo a tutto con gli articoli e con l'esempio...

Tutto questo non lo ricordo per autoincensarmi ma perché, ancora oggi, noto con dolore che la situazione italiana è "perfettamente conforme". Deve esistere perciò, quanto prima, una alternativa, medici che ti curano e non si barricano "in ufficio".


Di contro i medici (non tutti ovviamente, ma parte) non solo non conoscono se non gli effetti più evidenti del principio attivo che somministrano ma spesso non sanno un bel niente del paziente che hanno di fronte, della sua unicità! 

Io stesso stavo per essere "curato" con la pasticca contro l'ipertensione qualche anno fa...quando ho perso oltre 20 Kg il mio problema è diventato... l'opposto!


Ps: nel sito PubMed.gov (e in riviste di assoluto valore) sono pubblicati articoli scientifici veri e propri, ovvero contenenti conclusioni dimostrate secondo la prassi empirica plurisecolare  (quella non seguita dalle compagnie farmaceutiche con i sieri...). Frequentandolo si incontrano studi che mostrano l'efficacia di Lactoferrina, Vitamine, Zinco, NAC ecc (se presi con tempistiche, dosi e modalità opportune)

Sui media si è letto sempre e solo che queste sostanze fossero bufale prive di efficacia nel caso del covid-19!

Una volta entrato in possesso di questi articoli li ho diffusi.

Anche al Presidente Mauro Rango ovviamente...a tal proposito ascoltatelo nel presentare la Scuola...merita!
















sabato 26 novembre 2022

Ippocrateorg aveva ragione altro che guru: una prestigiosa pubblicazione lo accerta!

Le verità sulle terapie precoci stanno iniziando ad emergere dopo 2 anni ma il silenzio impera.

Al contrario delle politiche governative che attraverso vaccini e mascherine non hanno fatto altro che imporre al virus, ma soprattutto a noi, una pressione selettiva artificiale rendendo Sars-CoV2 molto più scaltro, le cure domiciliari somministrate dai medici di Ippocrateorg, da novembre 2020 a marzo 2021, hanno ridotto la letalità del SARS-CoV-2 dal 3% allo 0.2% nello stesso periodo in esame. 
Lo dimostra uno studio sperimentale pubblicato il 18 ottobre 2022 sul Journal of Clinical Medicine (MDPI). Il primo caso al mondo di rivista che ha il coraggio di manifestare questa evidenza scientifica, peraltro inclusa dal noto PubMed e considerata una delle migliori al mondo. Ricordiamo che ad aprile la ricerca con le conclusioni si trovava in preprint sul sito internet Medrxiv.
Lo studio ha coinvolto 392 casi di ogni classe di età, con diversi stadi di malattia e larga parte della casistica aveva patologie pregresse, circa il 35%. Nonostante i risultati di questo studio italiano (con la casistica più esaustiva) che ha accertato che chi si è sottoposto a cure domiciliari è andato in contro ad una letalità 60 volte minore senza effetti avversi, nessun organismo nazionale e tantomeno globale (e ci mancherebbe altro...) cerca di imparare da queste evidenze, nessun processo giurisprudenziale e legale è quindi in atto, nonostante che in gioco ci sia la salute dei cittadini.
Ricordiamo che anche il solo utilizzo di antinfiammatori nelle prime fasi veniva fortemente sconsigliato per via Istituzionale (a prescindere dal protocollo che vi accennava) mentre Ippocrateorg "nel deserto" mediatico e mentale ne predicava l'essenzialità! 
Dopo due anni le stesse Istituzioni, gli stessi medici prezzolati e i medesimi media che hanno criminalizzato e deriso l'operato di Ippocrateorg (e di Mauro Rango il Fondatore) 
Mauro Rango nella mia Versilia
adesso stanno sempre in TV a insegnarci... la guerra!
A tal proposito il virologo russo Chumakov (ed io con lui) a dicembre sentenziò l'inedito "Omicron è la fine della pandemia" (in epidemia) per mano probabilmente degli stessi laboratori che lo hanno creato ed in vista di cambiamenti geopolitici enormi (e infatti ecco l'Ucraina)...
C'è da sperare che terminato il conflitto (o poco prima o poco dopo) oplà non salti fuori una recrudescenza e/o un nuovo virus. Alla gente hanno già iniettato nel cervello che può esistere un' epoca (perché non "epopea"?!?) delle pandemie...una bestialità scientifica senza senso!!! Se non per fini di malthusiano "efficientamento delle risorse" (...).
Tornando alle cure domiciliari, tra i farmaci impiegati ci sono stati (e ci sono): vitamine (es C e D), integratori (es. Zinco), aspirina, idrossiclorochina, ivermectina (Brindisi di Zona Bianca dove sei?), colchicina, ossigenoterapia, antibiotici, enoxaparina, cortisone.

Un cordiale saluto ad Ippocrateorg sperando che almeno gli organi di controinformazione come VisioneTv ne facciano menzione, quelli ufficiali non si scuseranno.

Brindisi è utile solo per imbarcarsi verso Saranda (mia terra "adottiva")...

Marco

sabato 9 aprile 2022

Cure domiciliari: Ippocrateorg aveva ragione! Esce finalmente lo studio (dopo la conferma definitiva dell'Institute of Health americano).

Università di Varese conferma la straordinaria utilità delle cure domiciliari ai primi sintomi.

Ne approfitto per svelare il più grande segreto dei media!

Potete trovare il servizio fino al minuto 4.30 qua: https://www.byoblu.com/2022/04/07/tg-flash-byoblu24-07-aprile-2022-edizione-1330/.


Tutto questo va ad unirsi al National Institute of Health americano che ha ufficializzato che Idrossiclorochina ed  Ivermectina sono principi attivi efficaci contro il Covid: https://www.covid19treatmentguidelines.nih.gov/therapies/antiviral-therapy/?fbclid=IwAR2tdnQFjNjZM1hbO91RV0_GF9554qxSWOwRBWeYOMH3cK7njqKi40p4Dlg .

(Ovvio... finché non lo dicono gli americani noi da colonia obbediente, non ci crediamo)!
Adesso che avete ascoltato/letto mi chiedo:


Se Ippocrateorg fosse stato preso a modello dallo Stato, che invece nasconde i medici da due anni nei loro uffici (non chiamiamoli ambulatori), quante persone si sarebbero salvate?
Mauro Rango, suo fondatore e persona riservata (troppo per gli italiani) andrebbe eletto Presidente della Repubblica! 


Invece, da oltre due anni, da parte dello Stato, è in atto una propaganda di guerra (dove la Verità è la prima vittima) a reti unificate, 24h su 24, che ha criminalizzato le cure domiciliari e generato discriminazione contro i presunti "No Vax". 
I giornalisti non pensano di avere migliaia di persone sulla coscienza? Sono sereni così?
Le cure non escludevano il vaccino! Lo facevano solo nella vostra testa!!!

Chissà cosa diranno dalle parti del "Circo di Brindisi" (mi riferisco a Giuseppe Brindisi di "Zona Bianca") di fronte a queste prove!
Ricordate quanto blaterava di presunte "cure da cavallo"? Insieme ai vari Sansonetti, Guzzanti e a tutti i media mainstream? 
Nulla diranno su quanto riportato in questo articolo! Ovviamente! Anche ignorare fa parte di tutto questo. Voi avevate creduto a lui? Rifletteteci (non giudico ma rifletteteci)!

Ormai i media fanno così. Overdose di comunicazione ineiettata nella mente emotiva dei cittadini a spese dell'informazione. Generano "frames", cornici emotive stereotipate, semplificate e poi ti ci incastrano dentro distruggendo non tanto te, ma la Verità. Se qualcosa rimanda a quel frame, anche vagamente, devi spendere immediatamente "energia sociale" per difenderti dall'accusa (o ne sei avvantaggiato, dipende dalla natura del frame che può essere positivo) anche se non hai fatto niente.

A tal proposito, voglio aggiungere una cosa personale: a due amici, separatamente, espressi una critica apparendo nervoso, stanco, era dicembre e affermavo che Omicron non fosse più una pandemia (il giorno dopo fui seguito sulla stessa linea dal Premier spagnolo) e loro mi risposero... "lo hai fatto il vaccino"?! La vedete la follia? E invece ebbi ragione perché ora siamo concordi che è una mera epidemia (letalità simil-influenzale)!

Nel frame "No Vax" è presente l'essere nervosi e critici ovvero fuori posto, ovvero fuori luogo! Il presunto No Vax (io ho due dosi... che strano No Vax che sono!) quindi è No Vax, anche se non lo è! Ciò genera un clima di strategia della tensione, ma non è quello il target, lo sono la manipolazione ed il conformismo dilaganti a causa di tutto questo! 

Il frame lo creano ripetendo e ripetendo concetti, utilizzando slogan brevi, associando immagini negative o positive (e/o legate al "frame") e in questo modo trasmettono ai nostri neuroni più profondi, quelli emotivi, le fondamenta. 


Anche di fronte a argomentazioni schiaccianti come queste, a evidenze, a prove opposte, poi il cittadino sente confidenza/simpatia o diffidenza/antipatia su base meramente irrazionale (a "pelle").  

E un domani quando l'emergenza sarà un'altra ecco che diranno "ma sì avevi ragione ma cosa importa ora c'è quest'altra emergenza, all'epoca non sapevamo (falso), andiamo oltre" bla bla bla. E quello che è paradossale (ma in realtà umano!) è che se si ripresentasse la stessa situazione re-imporrebbero lo stesso trattamento! E sarebbe una volta ancora accettato dalla popolazione! Proprio perché l'argomentazione si dimentica, svanisce mentre l'effetto della comunicazione mainstream no! Si sente confidenza, anche se ci accorgiamo dell'inganno, anche di fronte alle evidenze, alle prove(!) ci si sente scivolare costantemente verso la loro posizione!

Tutto questo è dovuto al fatto che "ci conoscono più di quanto conosciamo noi stessi!". 

I neuroni razionali, ricevono info attraverso il linguaggio (argomentazioni) ed hanno come difesa lo stare sugli attenti, con il credere/non credere, con il senso critico. Poggiano tuttavia sui neuroni emotivi! Quindi ne dipendono! Per questo siamo fregati. Lo siamo perché non importa se "TU" lo sai, perché i Mass Media agiscono sul grande numero!

Io ho semplicemente la fortuna di aver affrontato una tesi su queste questioni altrimenti probabilmente...(vedasi PNL, programmazione neuro linguistica)!

Vorrei infine ricordare che quando si impone una forma di obbligo deve essere garantita anche la componente "esenzione" altrimenti è logico che si generino conflitti e furbate nella società.
Nel percorso dal vertice (Governo) al cittadino ci sono tappe intermedie che non devono essere tagliate! Altrimenti non ci si stupisca di comportamenti illegali (non giustificati dal sottoscritto).
Devono esserci Commissioni mediche giudicanti ma libere, oneste, non schierate ideologicamente a restituire rifiuti a prescindere, Commissioni che si attengano al principio del "dubbio" che prima del Covid era stato la regola da secoli sui farmaci!

Il nostro GPass per giunta non è paragonabile a quello di altri paesi meno colonia del nostro!
E' condizione necessaria addirittura per il lavoro! Non si salva nessuno! Se poi, a valle, un cittadino arriva a generare un GreenPass falso quanto fa schifo rispetto alle Commissioni? 
Fa schifo come sparare una fucilata a un tedesco occupante durante la 2 Guerra Mondiale (e magari mancarlo).
Nel primo caso però (vedi me) vaccinarsi sarebbe stato come riceverlo lo sparo dal tedesco.
Infatti ho avuto ben 3 apparati danneggiati dal vaccino (2 certi) tra cui il cuore ingrossato (e quello se va in ferie mezzo secondo...) eppure, anziché esentato, sono stato sospeso, e poi messo in punizione dallo Stato!

Leggete cosa ha affermato oggi il Sottosegretario Costa mai eletto da nessuno (e che non ne ha azzeccata una in due anni al contrario del Sottoscritto) nei confronti del corpo docente, uno dei più martirizzati. Ha ammesso che non c'è niente di scientifico nel non permettere ai docenti di tornare in cattedra! E' una punizione perché secondo lui sono persone diseducative!
Una volta il Docente era prima di tutto un Maestro, una guida adesso rappresenta la valvola di sfogo di tutti i peggiori istinti della società (dei Governi, dei maleducati, dei violenti ecc).
Rispettare la Legge caro Sottosegretario non significa obbedire e Lei fa una affermazione ignorante:  rispettare la Legge equivale a tenere acceso il senso critico, anche fino alla protesta senza commettere reati. Non mi risulta siano stati commessi reati (mi risulta che siamo l'unico paese al mondo a umiliare la Costituzione mediante supercazzole e GreenPass di questo livello ed a continuare con restrizioni potenzialmente pro-pandemiche).
Punire è contrario alla Costituzione perchè il Legislatore deve agire per il bene di tutti!
Il tampone con Omicron è più efficace del vaccino, io lo avevo ben chiaro quindi che stavate esclusivamente attuando repressione, secondo un nazi-stalinista credere, obbedire, combattere!
Credere (a tutto), obbedire (senza azzardarsi) e combattere (con la Russia ovviamente...).

Ps. Mi sono sentito minacciato da un "Avvertimento" (che non so quanto reale).
Per questo non ho più scritto né scriverò pezzi di geopolitica sul conflitto Russia-élite occidentali, per questo li ho dovuti togliere.
Diffondete per favore...


lunedì 4 aprile 2022

Non ho la certezza di aver ricevuto un AVVERTIMENTO ma...

non rinnego.

Siete riusciti a farmi smettere di informare ma non potete impedirmi di pensare ciò che penso di voi.

Io non sono "filorusso", come piace etichettare a voi, ma sono uno che ragiona: la Russia ha ragione almeno al 51%.

No alle armi all'Ucraina ed ai suoi nazisti.
Fuori dalla NATO.
Draghi eletto da nessuno chi ti ha autorizzato a portarci nella 3 Guerra Mondiale?


Ps: la 3 Guerra Mondiale ci sarà.

sabato 19 febbraio 2022

Il Ministro Speranza ha mai lavorato? Ha sospeso l'Art.1 della Costituzione, nome del suo stesso partito!

Dramma o Ridicolo: scegliete voi, ma sicuramente è senza precedenti.

Ogni politico, non appena diventa Ministro, inizia a obbedire a direttive estere. Non è questione di USA ma di CIA, ovvero di Stato profondo americano deviato, globalista, "transumano", "bergogliano".  Perfino Donald Trump infatti, non facendo parte di questa "cerchia" nazi-stalinista di "menti raffinatissime" (Cit. Falcone), ne ha fatto le spese.

In ogni paese NATO, i globalisti muovono sia i pezzi bianchi (liberali) che i neri (progressisti) della scacchiera (Cit. Dugin), senza una reale alternanza, senza una opposizione e con un stampa (e larga parte dei Magistrati) totalmente, globalmente asservita. 

E quando il primo servitore globalista (da circa 10 anni sono i progressisti, il PD in Italia) non basta più, si genera una nuova variante/stampella: vedasi il M5s, Conte e prossimamente, vedrete, il transumano Di Battista. Ricordate la lite emblematica proprio tra questi due commedianti? Speranza e Di Battista? (Capite adesso perché, anche quando sembrava scomparso, attaccavo quest'ultimo dopo averlo sostenuto? Non appena compresi il mio errore di valutazione sul suo ruolo)? 

Il Ministro della Salute però, a differenza del romano, fa già parte della fase antecedente, in rapida crisi. Rampollo di famiglia, laureato in Scienze Politiche (...) presso Università privata (...), "Mr. Hope" (guardatelo in faccia) è un portento: è scioltissimo nell'emettere provvedimenti liberticidi che hanno, de facto, sospeso e distrutto il primo Articolo della Costituzione. Incide nel Diritto come una vanga in un intestino. Il suo problema è che non passa inosservato...

L'Articolo 1 della Costituzione Italiana recita: "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione".

E "Articolo 1" è anche il nome che, con Bersani, "il Nostro" ha scelto per il suo partitino. Miseramente. E miseramente ha perso le elezioni nel 2018, eppure, puntualmente, si trova a governare e perfino ad eleggere Presidenti della Repubblica affini. 
Intanto molti cittadini sono costretti alla sospensione lavorativa in assenza di pandemia e di emergenza (solo in Italia si inaspriscono le regole quando le Nazioni serie, le aboliscono). 
La "pandemia", ricordo, necessita di alta mortalità sul numero di infezioni (letalità) altrimenti si ridefinisce "epidemia".
Non sorprende quindi che quando si citano Lei e Draghi sempre più spesso risuoni il termine "Norimberga".
Ministro Speranza lei ha mai lavorato? Conosce la parola vergogna? A me risulta di no. 

Come se non bastasse molti lavoratori sono stati sospesi perché impossibilitati a iniettarsi il booster perché precedentemente, esso, aveva riconsegnato reazioni gravi avverse contro i loro organi! Eppure non sono stati esentati: si ha la sensazione (eufemismo!) che da qualcuno oltreoceano, sia partito un annetto fa un ricatto monstre fin dentro la categoria dei medici! 
E il ricatto è manifesto sui lavoratori nella scelta "fratricida" tra salute e lavoro.
(Il siero, per giunta, è ormai totalmente inutile nel contenimento delle infezioni, causa Spike mutata)! 
Il Governo ormai si muove spinto da smanie di controllo e interessi economici.

Quale via andava percorsa? Il compromesso tra i Diritti civili inviolabili e Salute si poteva concretizzare valorizzando due princìpi e sarebbe stato anche una occasione per rafforzare la civiltà:

1) L'emergenza doveva avere un limite massimo, sostanzialmente insormontabile, pena il generarsi di un pericoloso precedente ovvero lo stimolo alla creazione di pandemie a ripetizione da parte di soggetti multinazionali che, spinti dalla natura egoistica del capitalismo ipertrofico finanziario/parassitario, traggono profitti colossali. In altre parole non doveva essere possibile derogare alla Costituzione se non attraverso due, tre eccezioni con durate sempre più brevi, fino a un limite massimo formalmente invalicabile.
2) La discussione doveva essere mediaticamente paritaria, tra tutte le posizioni in campo (e invece si è scelta la via della discriminazione e dell'emotività).

Già sulla Delta, a mio avviso, sarebbero state percorribili altre strade: ad esempio durante l'estate 2021. Per non parlare della stupidissima strategia di somministrazione delle terze dosi, spalmate su mesi e mesi per annullare ogni teorica chance di immunità di gregge (già vorrebbero ripetere questo schema con la quarta). Prova scientifica di un CTS mosso non da scienza ma da altro...

Intanto in concomitanza del più grande record di vaccinati tra seconde e terze dosi, si è visto un picco esponenziale e senza precedenti di Omicron.
Idem in Israele con la quarta somministrazione. 

Ps: Le persone si domandano: ma nessuno pagherà una mole del genere di ingiustizie ed umiliazioni? 
Il Covid ormai è un pretesto ed Omicron lo sta dimostrando.





sabato 16 ottobre 2021

Oggi ho assistito a una farmacista che ha prescritto la Tachipiddina...

Ha cercato di telefonare al medico per redarguirlo perché "Azitromicina è un farmaco superato" contro il Covid-19, secondo lei...

Ma vedremo che non è per niente così...
Sembra che il medico volesse prescrivere AZT a una famiglia che si sta curando ai primi sintomi rifiutando il binomio USCA tachipirina/vigile attesa! 

Signori miei di questa famiglia!!! Ma non sapete che esiste un farmaco molto più moderno, più attuale ed efficace che si chiama Tachipiddina!?


Aggiungo inoltre, che ho avuto la sgradevole sensazione (si può avere una sensazione?), che la farmacista volesse quasi porre questo medico in una situazione di gogna nel rispettivo ambiente. E' come se ci fosse una sorta di lista di farmaci che danno fastidio alla campagna vaccinale (che peraltro io condivido).  

Intanto continuano in TV a ripetere, ripetere, ripetere che Azitromicina e Idrossiclorochina siano inutili e ripetendolo lo fanno credere vero. Peccato che RCM li smentisca e che essa, come noto, sia una rivista scientifica ovvero un network che pubblica conclusioni dimostrate secondo il metodo sperimentale (di altissimo livello):


E' vero che Azt è un antibatterico ma evidentemente esercita una azione specifica sul Sars-Cov2 pare legata a un discorso di acidità e proliferazione delle particelle virali.

Alcune postille:
1) Azitromicina, se non ricordo male, si trova anche nelle linee guida di alcuni paesi UE o comunque di alcuni paesi del mondo; è possibile che singolarmente sia poco efficace ma in ogni caso lo sarà sempre più di una tachipirina che, peraltro, abbassando la febbre senza agire sulle infiammazioni polmonari, non riduce certo il rischio di eventuali coaguli (anzi...).

2) In principio il Governo Conte/Speranza proibì de facto le autopsie nonostante che al CTS sapessero che i virus muoiono col paziente (se lavori nella PA leggere "fortemente sconsigliate" significa de facto proibire e ti adegui se non vuoi finire nel gabbio). A causa di ciò, per molto tempo, non si è compreso che si moriva per i coaguli e la gente (con i coaguli) veniva uccisa, intubata, dalla somministrazione di ossigeno forzata.

3) Poi hanno reso la vita difficile a Brufen e nimesulidi (FANS). Seppur presenti nelle linee guida venivano ignorati, soggetti a disinformazione e ho notato che sono stati creati ostacoli nel poterli reperire.

4) Stessa sorte a Plaquenil, Ivermectina (farmaco che ha preso il Nobel per uso umano) e Colchicina.
Va detto che su questi farmaci gli studi sulla efficacia non sono tutti concordi. Sembrerebbe quasi che l'azione combinata dei diversi principi attivi dia risultati ma che non sia così se presi singolarmente. Ma anche questo non si può dire o vieni trattato da terrapiattista (in realtà il porsi domande e proporre ipotesi sono le prime tappe del metodo scientifico e...della natura umana).

5) Grazie alla diffusione delle cure domiciliari di alcuni medici (es. Esercito Bianco ed Ippocrateorg) la gente ha iniziato a informarsi dai guariti, a protestare e il Brufen ha iniziato ad essere somministrato contro il Covid-19 per la sua azione anti infiammatoria (perciò anti coagulo) nelle prime fasi.

6) Adesso è il turno della disinformazione contro Azitromicina ma il compito è meno agevole dato che è un antibiotico molto conosciuto con molta storia di valore alle spalle! State sereni...siamo favorevoli al vaccino ma anche alla libera scelta! 

7) In base a quale studio o esperienza una tachipirina (visto che è morta tantissima gente con il binomio tachipirina e vigile attesa) sarebbe migliore di Azitromicina ai primi sintomi? Sono stufo di assistere alla politicizzazione della scienza. Ai dogmi. Agli occhi che escono dalle orbite della ragazza che è una politica, manco quell'utente avesse detto "voto Salvini" (che poi non ci sarebbe nulla di male).
Sembra proprio che alcuni farmaci non abbiamo le simpatie, il bollino blu per ragioni che sfuggono. Sembra più una forma di politica di qualche tipo non medicina.

Ps: mi complimento con quei medici che nelle prime fasi curano somministrano Brufen, consigliano l'acquisto del saturimetro per consentire ai pazienti un migliore vaglio della situazione, e che propongono anche Azitromicina se, in scienza e coscienza, lo reputano utile (io non sono un medico sono un insegnante di biologia) fino a indicarti eparina e ricovero se è il caso di farlo.
Prevenire (compreso il vaccino) è meglio che curare ma anche curare è importante, senza per forza attendere di finire all'Ospedale Versilia.
 

 

















Ippocrateorg fonda la Scuola di De-specializzazione perché la storia non abbia a ripetersi...

...la storia del " non ti curar (del Covid) ma guarda se ti passa ". Se gli italiani avessero una concreta panoramica sulla Sanità...