domenica 7 marzo 2021

Il PD fugga da Grillo e Conte!

 ...e non metta "2050" nel simbolo.

Anche se non sono certo un fan, trovo davvero tafazziano che un partito come il PD, con esperienza e radicamento fuori dal comune, si faccia dettare l'agenda da Beppe Grillo. Che si faccia infinocchiare.
Inutile dire che di questa fine il responsabile non sia altro che Zingaretti, il quale si è fatto usare dal duo Grillo Conte.












Il Partito Democratico censuri con toni forti le buffonate di Grillo, tipo la candidatura a segretario del Partito Democratico Elevato (la politica è una cosa seria e questi non sono momenti per fare show mentre la gente è terrorizzata dal virus, chiude bottega e non ci capisce più niente) e non si faccia somministrare dal comico perfino il vocabolario: il PD torni al Lavoro (altro che reddito e mancette), alla scuola (che a destra vogliono regionalizzare/privatizzare), ai salari, alla responsabilità quindi, lasciando perdere l'agenda grillina della decrescita green, del disimpegno e del Reset delle piccole imprese...










Nessun commento:

Posta un commento

Work in progress

  Damose da fa