giovedì 4 marzo 2021

Basta col chiamarlo DISTANZIAMENTO SOCIALE! Lo si chiami DISTANZA FISICA!

E i virus producono decine e decine di varianti al giorno perché ciò è la normalità.

A prescindere dalle opinioni riguardanti la scelta di spalmare l'immunità di gregge su più anni (...), attraverso le chiusure, nessuno dice ai cittadini che i virus mutano costantemente dal momento in cui "appaiono"; terrorizzare quindi le persone con le cosiddette varianti inglesi, brasiliane, nigeriane ecc è una assurdità che fa leva appositamente sulla ignoranza, alla luce del fatto che non sono temi semplici e che i vaccini si basano sulla proteina Spike: finché non varia quella le varianti saranno "sconfitte" dalla campagna vaccinale (appunto).









Un altro sconcertante esempio di manipolazione è la definizione di distanziamento sociale: l'essere umano non vuole essere "distanziato", sterilizzato socialmente! Ha un estremo, naturale bisogno di stare in compagnia, vuole fare amicizia, figli, sesso, vivere.
Può essere condivisibile il termine di distanza fisica (a prescindere che si condivida o meno la scelta di attuarla) ma non si chiami in causa la fine della socialità insita in Homo sapiens.
Può piacere alle elites progressiste globali ma non al sottoscritto.

www.marco-giannini.it


1 commento:

Work in progress

  Damose da fa