giovedì 25 febbraio 2021

Reddito di imbecillità: le modifiche da apportare immediatamente (all'Illustre Presidente Mario Draghi).

E intanto i percettori sbeffeggiano chi chiude bottega...









Siete sicuri di aver ben compreso il senso del Reddito di Cittadinanza?

Io ho sempre creduto che quel reddito dovesse essere il preludio ad un "lavoro di cittadinanza" per tutti, grazie ad una emissione monetaria non a debito (vedasi MMT), invece è divenuto uno strumento per dividere l'Italia in due: quella di chi lavora e quella di chi si fa mantenere, con la seconda pronta a festeggiare ed a sbeffeggiare chi chiude bottega di fronte al Covid (vedi piccole imprese G-Local)

In particolare il Reddito di Cittadinanza è elargito da un manipolo di parlamentari traditori, che è consapevole che la stragrande maggioranza dei percettori se ne frega di tutto il resto (basta arrivi la mancetta) passando il tempo sul divano a fare propaganda per chi gli garantisce l'obolo (leggi anche qua cosa dicevo tre anni fa): per loro ben venga anche la perdita della sovranità in favore della Germania e della Francia. Del resto "o Franza o Spagna..." ed il comico genovese, evidentemente, lo sapeva bene...

Ma non c'è limite alla distruzione della nostra millenaria civiltà: senza un lavoro non si possono formare una personalità, un senso critico, una riflessione, una responsabilità, una naturale e violenta tendenza alla libertà (contro i soprusi). Senza un lavoro e con una mancetta il destino è un popolo di imbelli (con anche una bella, insopportabile, ignorante, vigliacca dose di opportunismo).

Imbecillità quindi...

Spero non sfugga, quindi, il legame tra il Reddito di Cittadinanza ed il Grande Reset delle piccole imprese voluto dalle élites.

I responsabili di questa vergogna, di questo reddito mafioso in quanto omertoso, sono in primo luogo Luigi Di Maio, Beppe Grillo e Giuseppe Conte ed auspico che un giorno paghino.

Sono necessarie queste modifiche per rendere questo strumento equilibrato (in un paese che si è dimostrato immaturo per riceverlo):

1) Più che dimezzare l'importo base di 780 euro a 350 (ad un livello simile a quello tedesco).

2) Aumentare o diminuire tale importo di un 20% in base al costo della vita provinciale, affinché sia identico, in termini reali, su tutto il territorio.

3) Regionalizzare il dispositivo al fine di responsabilizzare gli Enti locali verso la buona spesa (lavoro) ed i controlli.

Non è stata abolita la povertà (a parte quella di Di Maio e soci) è stata abolita la nostra dignità, la nostra identità.

PS: chi sostiene che il reddito abbia salvato, economicamente, milioni di persone dal covid prende un granchio! È sensato un provvedimento simile ma in forma emergenziale, ovvero, in queste situazioni (una pandemia) in modo del tutto coerente ai ristori che ricevono i piccoli imprenditori (lasciati soli dalle altre categorie, soprattutto da quelle del reddito...).















Marco Giannini

Fonte: www.marco-giannini.it



Nessun commento:

Posta un commento

Work in progress

  Damose da fa